Tra poche ore i migranti bloccati a bordo della Sea Watch potranno sbarcare.
L’accordo di governo é stato trovato solo dopo che é stata perfezionata la redistribuzione dei migranti in vari paesi europei.
I paesi disposti ad ospitare alcuni dei migranti sono Germania, Francia, Portogallo, Romania, Malta e Lussemburgo.
In tutto ci sono 47 persone da inserire e ormai a seguito del vertice notturno tra Conte, Salvini e Di Maio é arrivata la conferma.
Nel frattempo si prepara il piano B. Qualora qualcosa dovesse andare storto, almeno i minorenno dovrebbero essere sbarcati subito perché le condizioni sono diventate di sopravvivenza e questo nessuno dovrebbe poterlo pretendere.
Al di là delle motivazioni politiche l’aspetto umano sta assumendo i connotati di una tortura inutile.
Al di là delle situazioni da chiarire, tra cui chi e come avrebbe autorizzato la Sea Watch ad entrare in acque italiane pensando di poter liberamente attraccare, nel frattempo insiste un dramma umano che sta raggiungendo connotati disumani che sarebbe meglio evitare, soprattutto sul tavolo europeo, in tempi molto più brevi.
Ci sono vite umane in gioco, spesso minori e l’Europa non può metterci una settimana per accettare un piano di redistribuzione.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar