Una partita vinta con merito dalla Juventus che ancora una volta ha creato, proprio come era accaduto a Lecce, una serie impressionante di palle goal.
Ma se a Lecce non sono bastate a evitare il pareggio, ieri sera invece sono bastate al solito marziano bianconero per portare a casa i 3 punti.
All’ultimo minuto con un rigore cercato e ottenuto. Ha portato la palla sul dischetto, é indietreggiato come sempre, come fosse una finale di Champions, perché i campioni non fanno differenza tra una partita tra le tante ed una finale, ed ha messo la palla nell’unico posto dove il portiere non poteva arrivare, bassa, all’angolino e forte come poche.
Questo fanno i campioni, nei momenti difficili, fanno la differenza e ieri sera, ancora una volta Cristiano Ronaldo ha fatto la sua partita a parte, insieme ai suoi compagni ma sulla spinta psicologica che solo i più grandi sanno trovare. Quando tutti erano già negli spogliatoi, quando tutti erano già pronti a farsi la doccia calda, lui si é portato a casa i 3 punti.
Perché il calcio é questo, fatto di campioni che poi diventano leggende e anche senza guardare il colore della maglia, ci portano a gustarne le gesta, proprio come succedeva con i gladiatori nella arene al tempo dei romani.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar