Register
A password will be e-mailed to you.

Una volta capita a tutti. Due volte può succedere per quanto fastidioso, ma che la maggior parte delle qualificazioni della UEFA Champions League siano contaminate da decisioni arbitrali errate é inaccettabile.
Perché alla fine si falsa il risultato, si rende non credibile un sistema già ben distante dal termine “sportivo” e dove si bada solo ai soldi.
Alla fine il rigore per la Roma é quanto di più evidente possa accadere su un campo di calcio. Non concederlo é sporco, irritante e oltraggioso.
E’ successo a Madrid, per ben due volte, dalla Juventus al Bayern. E’ successo a Roma con un rigore mancato ed un fuorigioco inesistente che avrebbe portato ad un altro rigore.
Alla fine in finale dunque ci va chi non ha pienamente meritato e questo ferisce non solo chi perde ma soprattutto chi vince.
Perché vincere in questo modo non é vincere. Perché il sapore della vittoria é ben diverso se ottenuta con l’inganno.
Nessuna premeditazione sia ben chiaro. Ma l’incapacità di gestire terne arbitrali non all’altezza della situazione.
Il VAR va inserito su tutti i campi di calcio e deve sempre più poter intervenire quando necessario.
Perché alla fine é giusto che vincano i più bravi non i più forti politicamente parlando.
La UEFA deve cambiare da subito e se non lo fa allora diventa ridicolo partecipare alle competizioni europee.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar