Ci sono voluti tanti anni, forse anche troppi se si pensa che nel frattempo il colpevole era libero di viversi la sua vita tranquillamente ormai certo che mai nessuno lo avrebbe scoperto.
Invece ancora una volta l’esame del DNA ha risolto un caso del 1986.
Una storia terribile per la sua atrocità. Una ragazzina di soli 12 anni che venne violentata e uccisa nel parco di Tacoma.
Gary Hartman ha ricevuto ieri la conferma degli arresti per essere l’unico responsabile con l’accusa di omicidio di primo grado, per la morte di Michella Welch.
Il caso ci riporta al 1986 quando la piccola Welch e le sue due giovani sorelle si trovavano al Puget Perk di Tacoma.
All’improvviso in un giorno qualunque, alle 12.30 la ragazzina scompare e viene ritrovata solo dai cani della polizia alle 11 di sera, morta e abbandonata nel parco.
L’autopsia ha poi verificato anche la violenza sessuale e il trauma alla testa che ne avrebbe provocato la morte.
Fu recuperato del DNA, ma nessuno mai riuscì a risalire al responsabile, al proprietario di quel codice genetico dietro il quale si nascondeva la figura di un mostro.
Un nuovo esame del DNA rinvenuto sulla scena del crimine nel 1986 fu rielaborato nel 2006 senza trovare però alcun riscontro.
Un secondo esame poche settimane fa, e questo ha dato invece il primo risultato di un possibile collegamento.
Si trattava di una coppia di fratelli che all’epoca dei fatti viveva nella zona. Uno dei due appunto Gary Hartman.
Al 4 giugno la polizia di Tacoma ha cominciato a pedinare Hartman. Il 5 giugno lo hanno visto entrare a fare colazione con un collega in un coffee shop e appena se n’è andato sono entrati a recuperare il tovagliolo usato dallo stesso Hertman.
Portato ad analizzare con le più moderne tecnologie, ecco la sorprendente rivelazione, il DNA combaciava perfettamente con quello ritrovato addosso alla ragazzina nel 1986.
Il caso era risolto, Hartman che oggi ha 66 anni, é stato subito arrestato.
Nessuno potrà mai riportare in vita la piccola Michella e qualsiasi pena sarà inflitta a questo mostro di uomo non sarà mai giusta e sufficientemente adeguata, ma almeno nelle ultime ore si é cominciato a credere che forse un pò di giustizia sia stata fatta.

 

Leave a Reply

Skip to toolbar