Imparare a definire ed identificare meglio le situazioni che generano poi le notizie é fondamentale per chiunque faccia questo mestiere.
La notizia é una cosa, il giornalismo se ne alimenta quotidianamente.
Fare forme alternative di giornalismo quale il gossip o la propaganda politica sono un’altra cosa e non hanno nulla a che vedere con il giornalismo.
Il ministro Matteo Salvini é stato ripreso mentre faceva il papà “supereroe” e chiedeva ad un agente di Polizia di portare il figlio a fare un giro su di una moto d’acqua…
Un uomo che fa il papà, che di fronte ai propri figli, senza danneggiare nessuno, indossa il mantello da supereroe.
Personalmente non perdo occasione per fare lo stesso con mia figlia e mi sento terribilmente il suo papà ogni qualvolta riesco a stupirla.
Riprendere questi momenti di famiglia significa aver inteso il giornalismo dal suo lato più oscuro, più viscido ed incontrollato che rende le persone dei miserabili.
Accattonare sui rapporti familiari delle persone per vendere qualche copia in più non é giornalismo.
Inventare una notizia su Batman che ha portato il proprio figlio a fare un giro per Gotham City lo é ancora di meno e tutti noi papà ogni volta che serve abbiamo quell’irrefrenabile desiderio di metterci un mantello o una maschera da supereroe e far felici i nostri figli.
Non saremmo dei padri veri, iscritti all’albo dei papà, che la sera quando la luce della cameretta si spegne, sappiamo che se abbiamo fatto un bel lavoro nei sogni dei nostri figli potremmo essere seduti al fianco di Batman, o Spiderman o Thor…
Non serve esporsi politicamente per comprenderne la motivazione politica di quanto accaduto a Salvini e al figlio (vera vittima di tutto questo accanimento mediatico), serve però sapersi dissociare da una forma di informazione corrotta che manipola la realtà in cui viviamo.
Ho condannato fortemente la notizia quando é giunta in redazione perché non si tratta di una notizia vera e mi infastidisce questo rimbalzarla sui mezzi di informazione senza controllo e con accanimento.
Non perdiamo di vista l’ideale principale che é quello di fare informazione. Perché se condanniamo alla gogna mediatica un padre che ha fatto il supereroe per qualche minuto allora abbiamo inteso l’informazione dal verso contrario.
Allora il gossip si é preso la quasi totalità delle nostre menti e della nostra stessa capacità di intendere e di volere.
Smettiamola di mischiare la politica con l’informazione e non permettiamo mai al gossip e all’informazione low cost di condizionare l’informazione vera.

Leave a Reply

Skip to toolbar