“Le ragazze che andavano e venivano da Arcore servivano a mantenere di buon umore Silvio Berlusconi”. Queste le parole in uno dei passaggi del pg di Milano Daniela Meliota nel nuovo processo d’appello ordinato dalla Cassazione a carico di Emilio Fede e Nicole Minetti.
In questa situazione Emilio Fede, sempre secondo le parole del pg, aveva il compito di far prostituire le ragazze proprio per mantenere la sua posizione di direttore del Tg4 con l’autorevolezza ed i guadagni che ne derivavano.
Nel primo processo d’appello era caduta l’accusa di aver favorito la prostituzione dell’allora minorenne Ruby, mentre rimaneva per i due imputati l’accusa di favoreggiamento alla prostituzione.
A dire il vero a Fede veniva contestato anche il fatto che avrebbe cercato di indurre alla prostituzione anche molte altre ragazze che avevano rifiutato.
Così é stata chiesta dal pg la conferma delle condanne a Fede e Minetti.
Giusto per intenderci, il primo ha fatto dell’informazione corrotta e manipolata la propria regola in questo Paese e la seconda é stata messa in politica per farle fare qualcosa in cambio degli impegni nel sociale e con questo si intende il buon umore di Silvio Berlusconi.
Una fotografia chiara della politica e dell’informazione da cui questo Paese sta cercando di liberarsi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar