Register
A password will be e-mailed to you.

In una dichiarazione fatta poche ore fa il Presidente é tornato sull’argomento della crisi di governo.
Quanto di più sconcertante é che parla di democrazia dopo aver negato la formazione del nuovo governo che, come previsto dall’esito delle ultime elezioni doveva essere creato dalla Lega e dal M5S.
Queste le parole del Presidente della Repubblica:
“Per sconfiggere chi intende seminare ancora intolleranza e paura, dobbiamo tenere alta la comune sensibilità democratica e restare fedeli ai principi che ispirano la nostra convivenza”.
Ora, con un minimo di razionalità ed il massimo di rispetto verso quegli italiani che oggi non ci hanno capito nulla, potremmo chiederle quali sarebbero i principi che ispirano la nostra convivenza e soprattutto cosa si intende per sensibilità democratica?
Perché oggi gli italiani hanno paura é vero, ma di un governo che ha negato loro quanto gli spettava. Hanno paura che la prossima volta che alle elezioni potranno prendere anche il 90% dei consensi, si chiedono cosa potrebbe succedere… dovrebbero aspettarsi i carri armati per le strade pur di non far rispettare la scelta fatta attraverso votazioni?
Usiamo parole semplici.
Democrazia ha un solo ed unico significato e non perché lo dice wikipedia, ma nel caso ve lo foste dimenticato: la democrazia significa il governo del popolo, dove la sovranità viene esercitata dai cittadini che ricorrono ad una votazione, quelle che noi chiamiamo elezioni, per poter governare il paese.
Ecco perché ci risulta confusa l’idea di democrazia che sta cercando di esprimere il presidente.
Perché quel tipo di democrazia non rappresenta gli italiani perché non é democrazia.
Gli italiani, lo ribadiamo, hanno votato. Se si parla di democrazia bisogna rispettare la loro volontà espressa attraverso il voto alle urne.
In caso contrario per cortesia smettiamo di usare il termine a vanvera e solo per mascherare un operato che non si avvicina in alcun modo all’idea chiara di democrazia.
Perché se scriviamo democrazia e poi ci comportiamo da monarchia manchiamo di rispetto a tutte quelle persone che prima e dopo le guerre mondiali in questo Paese e per questo Paese, hanno perso la vita.
Non importa dove mettiamo la croce quando votiamo. Bisogna rispettare la scelta degli italiani.
Altrimenti é giusto che gli italiani oggi per la stragrande maggioranza pensino che il governo attuale non li rappresenta.
Questa non é democrazia, non provate a far credere agli italiani che lo sia e non provate a dirci che esistono diverse sfaccettature di democrazia perché questo é falso.
Dunque benvenuto signor Cottarelli, ci perdoni ma lei non rappresenta la democrazia del nostro Paese.

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar