La stampa italiana si sofferma sul fatto che questa sia la prima condanna nel suo genere, nel nostro Paese. Ritenuta di “straordinaria pericolosità” Fatima é stata condannata a 9 anni. Ritenuti pericolosi anche gli altri esponenti della famiglia tra cui il padre, condannato a soli 4 anni e per il momento unico non latitante.


Scusate se i conti non ci tornano. Al di là della notizia c’é ben altro.
Nove anni di reclusione per terrorismo internazionale e organizzazione di viaggi con fini terroristici non è niente per prima cosa.
Per intenderci, questa esaltata avrebbe potuto farci saltare in aria insieme ai nostri figli durante i festeggiamenti del Natale in Piazza Duomo a Milano e noi sottovalutiamo il problema, incentivando chiunque altro a fare lo stesso domani, tanto in Italia le condanne sono ridicole e in Italia non abbiamo Guantanamo.
Nove anni, questa la pena decisa dalla Corte d’Assise di Milano per Maria Giulia Sergio, 29 anni e foreign fighter, conosciuta da tutti con il nome di Fatima.
Fatima era pronta al martirio e invitava persino i suoi genitori in Siria: “qui tagliamo teste, presto lo faremo anche a Roma”.  Partita dall’Italia ora potrebbe trovarsi in Siria.
Il marito albanese di Fatima, Aldo Kobuzi ha preso una condanna a dieci anni di carcere, ma anche in questo caso qualcuno dovrebbe farglielo sapere mentre lui ride alle spalle del nostro Paese.
Anche il padre della ragazza, Sergio Segio, era finito a processo per essersi fatto tentare dalla jihad insieme alla moglie (deceduta nel corso del procedimento giudiziario) e la sorella condannata a 5 anni e 4 mesi in un processo che si è svolto con rito abbreviato.
Ma possibile che solo io in questo momento stia pensando… ma cosa ci é costato tutto questo?
Dimostrati e verificati i fatti che avrebbero potuto condannare pesantemente questo gruppetto di terroristi, ma non ci sarebbe costato di meno pagare un viaggio aereo diretto in Siria e averli fatti paracadutare come nei film di Tom Cruise direttamente nelle zone a loro tanto care.
Ovvio che siano tutti latitanti, quasi tutti visto che il padre é ancora qui.
La speranza é che possano trovarsi in Siria a morire per loro causa, visto che era il loro sogno.
Ma tutto questo dove avrebbe dovuto portarci? Perché nessuno lo ha capito.
Non sarebbe meglio alzare il livello di sicurezza e alzare enormemente le pene per il terrorismo internazionale?

 

About The Author

Profile photo of Valerio Rocchi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar