Un’azienda con occupazioni di rilievo in ambito tecnologico e soprattutto negli Stati Uniti é scontato che possa ricevere accuse di disparità.
Perché le percentuali ancora per molti anni saranno a favore degli uomini.
Così, anche la famosa Pinterest ha deciso di cominciare ad adeguarsi facendolo sapere al mondo intero.

Non molto tempo fa dai vertici dell’azienda dichiaravano di voler portare la percentuale di contratti di assunzione femminile al 30%. Ieri hanno confermato che non potrà essere proprio un 30 ma sarà più probabile un 25% e più veritiero un 22%.
Non male per un’azienda che promette di voler raggiungere il 30% entro la fine del 2017. Non male se si pensa alle percentuali di partenza che erano sotto al 10%.
Male, molto male se ci mettiamo a farne un affare di comunicati stampa.
Assumere delle persone qualificate a livello di ingegneri non dovrebbe e non deve permettere alcuno spazio di contestazione e insicurezza.
Parlare di % di assunzione é come giustificare ad un’azienda di medie e grandi dimensioni le assunzioni di personale con disabilità motorie, perché costretti dalla legge che ne finanzia una parte di queste assunzioni.
Si sta parlando di forza lavoro, si sta parlando di livelli di specializzazione alti. La competenza dovrebbe farla da padrone, non le % di uomini di colore o di donne che andranno ad occupare quelle poltrone.
Sentire di dover elencare queste percentuali per dimostrare qualcosa di non dimostrabile é un segno di debolezza enorme per un’azienda.
Perché le % di cui parlano a Pinterest possono essere raggiunte e superate ampiamente da subito se solo si lavorasse sulla competenza e non sulla discriminazione.

 

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar