Bambini presi a calci e sculacciati, alzati di forza anche solo per un baccio rischiando di provocare lesioni importanti.
Tenuti sotto controllo con la violenza fisica e psicologica. Queste sono le immagini che per un mese hanno visto i Carabinieri di Pero che nell’asilo avevano installato delle telecamere per controllare proprio l’operato del maestro.
Ora l’uomo é agli arresti domiciliari, ma non basta.
Per evitare che possa riprendere a lavorare a stretto contatto con i bambini in futuro e magari ancora in un’azienda pubblica abbiamo il dovere di poter scrivere il nome ed il cognome di questo imbecille.
Pertanto non basta che il Tribunale e la Procura rendano pubblico quanto accaduto, serve anche poter rendere pubbliche le generalità del responsabile proprio a tutela dei cittadini.
Di nazionalità italiana, si é reso protagonista di oltre 40 episodi violenti solo nel periodo che era stato messo sotto controllo. Episodi che hanno colpito direttamente bambini con un’età compresa tra i 2 ed i 5 anni.
Bambini alzati per le orecchie e presi a calci in testa… un mostro che dovrebbe scontare il fermo, subito dopo gli interrogatori, presso un qualsiasi carcere italiano in cui gli possano essere insegnate le buone maniere.
Fermo restando che vanno pubblicate le generalità, per libertà di stampa, per tutela dei genitori.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar