Register
A password will be e-mailed to you.

L’avvelenamento di una ex spia russa insieme alla figlia avvenuto su suolo britannico sta creando una spaccatura pericolosa nei rapporti tra Mosca e Londra.
L’attacco é stato programmato e portato a termine da agenti segreti mandati dal Cremlino, questa l’ipotesi più accreditata.
La vittima si chiama Sergei Skripal, 66 anni, ex colonnello dell’intelligence militare russa che dal 2010 viveva in Inghilterra. Insieme a lui però é stata uccisa anche la figlia Yulia di 33 anni.
Li hanno trovati accasciati su di una panchina di fronte a un centro commerciale nel sud-ovest della Gran Bretagna.
Sebbene degna di una trama da film di 007, la gravità della situazione non può essere sottovalutata.
Queste cose sono sempre accadute. Ma ai giorni nostri non possono essere sottovalutate.
Se Mosca si permette di fare quello che vuole sul suolo britannico significa che é in grado di arrivare ovunque e questo soncerta.
L’agente nervino utilizzato, una volta confermato dalle analisi, potrà ricondurre con una probabilità del 99% al mandante dell’operazione.
Si tratta di un assassinio vero e proprio, un regolamento di conti su suolo pubblico inglese, nessuno ha intenzione di lasciar perdere, anche perché non é la prima volta che accade.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar