Così sono stati ritrovati padre e figlia sulla sponda sud del Rio Grande. A faccia in giù nell’acqua sporcata dal fango, tutti e due senza vita.
E’ l’immagine più cruenta che sia mai arrivata dal confine tra il Messico e gli Stati Uniti.
L’uomo, Oscar Martinez, un cittadino salvadoregno, stava nuotando verso la libertà e la speranza che per mesi aveva raccontato alla moglie e alla figlia Angie Valeria di 23 mesi che é morta aggrappata proprio alle speranze del padre.
L’America é indignata da questa immagine, il resto del mondo chiede chiarezza.
Qualcosa non funziona nel sistema di contenimento dei migranti verso gli Stati Uniti, questo é innegabile ormai, ma queste immagini non possono permetterci di mettere a tacere quella coscienza che troppo spesso dimentichiamo di avere o almeno facciamo finta di non ascoltare.
La foto trasmette tristezza é vero, ma ancor più trasmette vergogna. Per quanto impotenti nessuno di noi ha il diritto di sentirsi innocente di fronte a questa immagine.
La madre della piccola e moglie di Oscar li stava seguendo in acqua quando all’improvviso ha visto il marito perdere il controllo ed essere trascinato via dalla corrente insieme alla piccola Angie.

Leave a Reply

Skip to toolbar