Gli esperti lo hanno reso ufficiale: “Pokemon Go” e la guida non sono proprio l’ideale se fatti insieme, contemporaneamente.
Oltre 10.000 segnalazioni al giorno hanno riguardato guidatori distratti che stavano giocando a Pokemon Go solo nei primi 10 giorni dal lancio della App.

Per avanzare nel gioco i giocatori devono muoversi nel mondo intero ed interagire nel mondo stesso.


Il successo della App é stato a dir poco planetario, con un alto prezzo da pagare; incidenti registrati e dichiarati che hanno superato i 100.000 casi ed in molti casi sono stati potenzialmente mortali. Tutto questo in 10 giorni.
E l’aspetto più sconcertante di tutto questo é che molti non smettono di giocare nemmeno mentre guidano nel traffico, compromettendo le loro stesse capacità di controllo e concentrazione durante la guida.

 

Ci sono moltissime segnalazioni di auto che si fermano improvvisamente e senza motivo, oppure altre di veicoli che cambiano direzione in maniera brusca e immotivata.
Un popup compare all’inizio del gioco, ma non é sufficiente.
In molti chiedono che maggiori restrizioni possano essere inserite per garantire la sicurezza, come ad esempio lo spegnimento automatico del gioco se si raggiunge una certa velocità o qualcosa di simile.
Una mania vera e propria, una tendenza senza precedenti rischia di trasformarsi in un pericolo non proprio indifferente se utilizzato impropriamente.
Ma non ci si può aspettare nemmeno che siano i giocatori a trovare delle limitazioni, ad autoimporsi dei confini di utilizzo.
Questo non può proprio accadere.
Dobbiamo garantire la nostra sicurezza per strada e pretendiamo di aspettarci delle formule restrittive di utilizzo che gli sviluppatori di Pokemon Go dovrebbero inserire nel loro gioco da subito e con estrema urgenza.
In caso contrario la situazione potrebbe sfuggire di mano.

About The Author

Profile photo of Paolo Rizzi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar