Gentile Presidente del Consiglio e Illustrissimo Presidente della Repubblica, senza pensare ad alcun partito politico, nella totale trasparenza politica, cosa significa che “non volete lasciare a Grillo quest’arma”?
Grillo non ha nulla a che vedere con questa situazione ed il fatto che vengano mischiate le carte in tavola per l’ennesima volta in questo Paese non rende omaggio e rispetto ai milioni di persone che oggi si sono recati al lavoro nella consapevolezza di fare il proprio dovere.

Perché vedete qui non si tratta di Grillo o Salvini, di Berlusconi o Renzi.
Oggi il 60% degli italiani chiede a gran voce un cambiamento, pertanto qualsiasi opposizione a tale cambiamento, in un Paese democratico viene intesa come una restrizione del diritto alla libertà di scegliere.
In definitiva, il Paese non rimane nelle mani di Grillo, il Paese viene rimesso nelle mani degli italiani.
Per questo il 60% delle persone vi chiede di ripartire da zero, con nuove elezioni che potrebbero già tenersi entro febbraio 2017.
Non voler lasciare il Paese nelle mani di Grillo non ha alcun senso, il Paese va lasciato nelle mani degli italiani che peraltro non se lo sono presi con un colpo di Stato ma con regolare votazione.
A dire il vero é ancora tutto da verificare, ma certo la probabilità é forte se si andasse ad elezioni oggi. Inciuci a parte tra sinistra e destra che non si identificano più, oltre il 37% degli italiani sceglierebbe per un solo partito e questo lo sappiamo bene.
A questo punto la domanda sorge spontanea: chi siete voi per impedirlo?

Nelle mani di Grillo ai nostri occhi oggi suona come “nelle mani degli italiani” e voi lo sapete bene, é inaccettabile.
Dovete affrontare la situazione lasciando che gli italiani vadano a votare e si riprendano ciò che gli spetta, il loro Paese.
Ma chi se ne frega di Grillo, é il Paese che decide, con libere votazioni.
O vogliamo contestare anche questo?
Meglio di voi non lo sa nessuno, senza la sinistra che ammiccava con la destra e senza auto-nomine non decise dagli italiani, questo sarebbe già avvenuto 3 anni fa.
Avete voluto provare a contrastare quanto era incontrollabile, il desiderio degli italiani di cambiare il Paese.
Ora per cortesia ridate agli italiani l’Italia a fatelo con dignità, sempre che ve ne rimanga un pò.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar