by Martina Delli Corni

Non é nemmeno una questione di punti di vista.
Con il volo EgyptAir MS804 potrebbero spegnersi per sempre le poche rimaste speranze di ripresa per il turismo in Egitto.


Ancora non si conoscono le cause, anche se l’ipotesi della pista terroristica sta prendendo sempre più piede, ma di certo le sensazioni di tutti quanti stanno monitorando la situazione conducono ad una posizione ben precisa.
Una posizione che ha conquistato nella testa di tutti noi l’idea, concretizzatasi solo su eventi realmente accaduti, che l’Egitto é un Paese ad alto rischio. Probabilmente ad altissimo rischio.
L’Egitto ci ha attratto per decenni insieme alla sua storia ed i suoi monumenti. E’ stato un luogo perfetto per le vacanze di tutti noi e spesso anche per il nostro lavoro.
Purtroppo l’Egitto che conoscevamo non esiste più, indipendentemente dagli accertamenti delle prossime ore.
Oggi vediamo un Paese isolato, che conta un crollo inimmaginabile del turismo e dunque del lavoro e delle possibilità di guadagno.
Il controsenso é che gli egiziani non volevano questo e non lo vorrebbero per il loro futuro, e noi siamo pronti a creder loro sulla parola, ma i fatti degli ultimi mesi hanno cambiato lo scenario in maniera pesante probabilmente irreversibile.
Il turismo é una fonte importantissima per l’Egitto, tra le principali e se questa fonte dovesse continuare a registrare numeri in caduta libera, non sarebbe facile cercare di trovare alternative.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar