Register
A password will be e-mailed to you.

Inutile far vedere agli italiani che oggi viene avviata una campagna social in cui vengono fotografate copie de l’espresso o di Repubblica appena acquistate in edicola, perché il problema é che la maggior parte degli italiani stanchi dell’informazione marcia e corrotta non sa nemmeno cosa sia un’edicola…
Le Fake News dei principali giornali italiani ci hanno raccontato la storia di un’Italia che non esiste più.
Comprare un giornale di informazione su carta stampata é come vedere una partita di calcio senza il VAR sapendo che l’arbitro é un corrotto.
Chi ci crede più? Forse solo chi ha partecipazioni azionarie in questi gruppi editoriali perché l’italiano medio di oggi accende lo smartphone e si legge le notizie online, se poi non crede troppo alla notizia che legge ha la facoltà di capire di leggere la stessa notizia su di un altro sito e se anche questo non basta ha la facoltà di investigare di persona sempre dal suo stesso smartphone, magari andando a leggersi la stessa notizia su giornali stranieri ecc…
Questo lo facciamo in tanti, ogni giorno. I giornali stampati non li legge più nessuno, gli abbonamenti distribuiti e fatti figurare nelle vendite di bilancio sono quelli con Alitalia piuttosto che con uffici pubblici o governativi, dunque sono abbonamenti “obbligati” che vengono sottoscritti insieme ai contributi di governo.
Dunque alla fine non trasmettiamo la notizia falsa che i lettori della carta stampata sono in crescita, perché l’informazione su carta stampata é alla fame e chiuderebbe domattina se non supportata anche dal web.
I giornali su carta stampata sono vecchi, lenti, costosissimi e senza senso in quest’epoca dell’informazione. Non giustificano minimamente l’investimento.
Ma questo é un Paese per vecchi o almeno lo é stato. Il Paese del Corriere in ufficio la mattina, di 90esimo minuto la domenica sera, Pertini come presidente e molto altro.
Attenzione perché é arrivato il momento di riprendere la nostra DeLorean per tornare al futuro, perché se non lo facciamo e diamo retta all’informazione FAKE della maggior parte dei quotidiani italiani, ci perdiamo il presente.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar