Register
A password will be e-mailed to you.

Facebook sta per essere multata per circa 560 mila euro dal governo inglese in merito allo scandalo Cambridge Analytica.
L’ufficio della commissione sull’informazione (ICO) ha reso noto che il colosso californiano ha fallito nel salvaguardare le informazioni personali dei suoi iscritti ed ha fallito anche nel mantenere trasparenza sul fatto che i dati fossero finiti nelle mani di altri.
Dunque, per intenderci, oltre 50 milioni di dati personali di utenti registrati a Facebook violati da terze parti che non erano Facebook e la multa é di soli 560 mila euro?
Assolutamente ridicolo, in questo modo si corre il rischio di violare non solo i dati degli utenti, peraltro già fatto a loro insaputa, ma significa anche abusare della loro intelligenza.
Considerando che Facebook ha troppi interessi economici in ballo, quotazioni in borsa comprese, questo é semplicemente ridicolo.
In definitiva si é dato ad uno dei colossi più ricchi del mondo una piccola ammenda per aver abusato dei dati di 50 milioni di persone.
Per capire meglio. Se noi domani apriamo un sito web, facciamo in modo che almeno 20 parenti si iscrivano gratuitamente. Abusiamo dei loro dati personali come ha fatto Facebook… il nostro sito viene oscurato e messo in stand-by sino a che un giudice non ci multa e ci autorizza a ripartire nel rispetto della privacy degli iscritti.
Facebook non si é fermata nemmeno un giorno, anzi hanno lasciato che Zuckerberg pubblicamente ammettesse che si vorranno anni prima che il suo sito possa essere considerato sicuro.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Bonucci e i nostri figli
September 13, 2018
Povera Italia
September 11, 2018
La politica del nulla
September 10, 2018
Skip to toolbar