Non ce l’ha fatta. Il ragazzo  di 13 anni sorpreso dall’incendio del palazzo di via Cogne é morto questa mattina in ospedale dove sino ad oggi hanno provato di tutto per salvarlo tenendolo in vita con la respirazione artificiale.
L’incendio era partito al decimo piano di un palazzo popolare a Quarto Oggiaro e la procura ha avviato un’indagine per omicidio colposo, a carico degli inquilini dell’appartamento da dove l’incendio é partito.
Il ragazzo si trovava al piano di sopra ed era in casa da solo. Quando ha visto il fumo in tutta la casa ha telefonato alla mamma spaventato raccontandole che il fumo stava aumentando vistosamente e che faticava persino a respirare.
La mamma che si trovava al lavoro si é precipitata a casa solo per vedere di persona nel cortile del palazzo che i medici provavano a rianimare il ragazzo.
L’ipotesi é lo scoppio di una caldaia ma tutto deve ancora essere verificato.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar