L’ipotesi iniziale é che stessero giocando tra di loro proprio sui binari del treno. Probabilmente non si sono accorti del sopraggiungere del convoglio, probabilmente non lo hanno sentito.
Il macchinista racconta di aver frenato bruscamente appena li ha visti, ma ormai era troppo tardi.
Alle 15.30 di ieri i due bimbi di 6 e 12 anni sono stati colpiti in pieno e sono morti sul colpo.
E’ accaduto tra Brancaleone e Locri, dove Simona Dall’Acqua aveva portato i figli in vacanza, i piccoli Lorenzo di 12 anni e Giulia di solo 6 anni.
Ma l’incontro con il destino nessuno può mai programmarlo e questa volta il destino ci ha messo tanto del suo per rendere la tragedia dolorosamente incomprensibile.
La madre ha provato invano di allontanarli all’ultimo istante ed é rimasta ferita gravemente dall’impatto con il treno. Ora é in prognosi riservata nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria.
Ad assistere alla tragedia il compagno della donna che al momento dell’incidente stava parcheggiando la macchina.
Stavano andando in spiaggia. Per farlo invece di usare un sottopasso o un passaggio a livello hanno pensato probabilmente di accorciare la strada attraversando i binari. Forse lo avremmo pensato tutti, forse tutti avremmo pensato che ci vuole un attimo ad attraversare i binari accorgiando la strada per la spiaggia. Ma é proprio quel “forse” che rende il destino dannatamente reale nelle nostre vite.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar