Non possiamo andare avanti in questo modo. Solo ieri 5000 persone sono state tratte in salvo. Oggi altre 8500 sono appena state recuperate dalle navi dei soccorritori e si trovano in questo momento in direzione Italia.
Non possiamo continuare in questo modo.
Queste persone stanno attraversando l’inferno per raggiungere la vita e la libertà, non possiamo chiudergli la porta in faccia. Ma non possiamo nemmeno proseguire su questa strada senza un piano ben definito.
Al momento attuale si ha la sensazione che ci si stia muovendo a spanne e che si faccia l’impossibile per gestire una situazione fuori controllo.
Bisogna intervenire, il commercio dei migranti é in mano ai trafficanti che spesso li pestano a sangue, li maltrattano, li usano come schiavi e li violentano.
Bisogna intervenire alla fonte altrimenti il problema non si potrà mai risolvere.
Colpire chi gestisce tutto questo non é difficile, molte organizzazioni sanno bene chi ha in mano il controllo ma non possono intervenire senza uno Stato alle spalle che possa supportare una simile operazione.
Resta il fatto che abbiamo il dovere di trovare una soluzione e in fretta. Con o senza Europa non possiamo permetterci di andare avanti in questo modo.
Aiutiamoli a figgire dall’inferno, hanno i nostri stessi diritti, solo la sfiga di essere nati nel posto sbagliato al momento sbagliato, ma smettiamola di farne una faccenda politica o addirittura di politica internazionale.
La situazione migranti é come la peste, la evitano tutti, ma ormai siamo al tracollo nei centri di accoglienza, non possiamo attendere oltre, dobbiamo intervenire con soluzioni concrete e fatti reali.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar