Register
A password will be e-mailed to you.

Alla fine l’ha tirata sino all’ultimo quando non poteva più fare finta di nulla.
Dunque per ora no al governo Lega-M5S. Alla fine gli elettori italiani che avevano scelto Lega e Movimento 5 Stelle alle passate elezioni si sono visti sbattere la porta del Quirinale in faccia.
Perché il Presidente Mattarella non accetta uno dei nomi dei ministri decisamente critico contro l’Europa e l’Euro.
Ma ci tiene a precisare il Presidente Mattarella che lo fa perché tiene a tutelare i risparmi degli italiani.
Presidente, un personaggio che la Repubblica l’ha messa in ginocchio e non solo politicamente usava dire “mi consenta”, dunque per questa volta ci consenta:
buona parte degli italiani che hanno votato Lega e M5S fanno fatica ad arrivare a fine mese e fanno debiti per pagare le tasse, i risparmi non sanno nemmeno cosa sono da 20 anni a questa parte.  Aspettano il TFR per pagare le università dei figli e spesso chiedono anticipi sulla liquidazione proprio per le spese di tutti i giorni.
Ci consenta nuovamente, signor Presidente, coloro a cui si riferisce lei quando parla di risparmi degli italiani, sono quelli che singolarmente con il loro partito non arrivano nemmeno al 10%.
Presidente, gli italiani hanno deciso con una regolare elezione, non possiamo dirgli di dover votare nuovamente, questa non é democrazia.
Perché vede, signor Presidente, se gli italiani, qualora il nuovo Governo fosse stato messo nelle condizioni di poter partire, avessero deciso di fare un referendum per uscire dall’Euro ed il risultato fosse stato come quello inglese, cosa sarebbe successo? Ma quanto é forte l’influenza di Berlino sul nostro Governo?
Nessuno di noi in una democrazia ha il sacrosanto diritto di opporsi al volere del popolo che democraticamente elegge i propri rappresentanti attraverso le elezioni.
Questa é la democrazia, signor Presidente, non esistono altri significati.
Signor Presidente, se tiene agli italiani sa bene che non vogliono più farsi comandare dalle agenzie di rating o dallo spread, e tanto meno da un’Europa spesso inesistente.
Ma alla fine, signor Presidente, che siano gli italiani a scegliere, democraticamente.
Appunto, democraticamente, indipendentemente da quale simbolo abbiamo votato alle scorse elezioni, questa é l’Italia, noi tutti siamo orgogliosi di essere italiani.
Cuba invece é molto lontana e Fidel Castro se n’é andato da molto tempo all’isola che non c’é a combattere contro Peter Pan al posto di Capitan Uncino costretto a tornare a lavorare nonostante fosse ormai in pensione, solo perché aveva messo i suoi risparmi in una banca italiana di nome Banca Etruria.
Con tutto il rispetto, signor Presidente, “mi consenta” ma io continuo a raccontare a mia figlia che esiste una sola ed unica forma di democrazia, le sfaccettature le usano coloro che hanno paura della democrazia.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar