Dopo la sconfitta interna di ieri sera in Champions, Madrid ormai ha perso il suo Real.
Nulla da togliere ad un Ajax che ha saputo mettere sul campo un gioco straordinario con i suoi giovani talenti inseguiti da mezza Europa calcistica.
Ma il Real Madrid non é la stessa squadra dello scorso anno e nemmeno lontanamente quella letale dei tempi di Ronaldo.
Eppure gli investimenti fatti non sono stati pochi anche se a questo punto viene il dubbio che siano stati fatti per accontentare i tifosi rimasti orfani di CR7.
Ma il gioco non esiste. Voci insistenti danno uno spogliatoio spaccato in due. Chi resta dalla parte del tecnico Solari che già in giornata potrebbe essere esonerato, ed un secondo fronte in cui buona parte dei giocatori si é apertamente schierata contro lo stesso tecnico e contro altri compagni.
Qualcosa di mai visto prima, qualcosa di inaccettabile in un club come il Real Madrid.
Qualcosa che va risolto subito non solo per salvare una stagione pessima, ma per un futuro prossimo in cui almeno l’onore e l’orgoglio vanno ritrovati al più presto.
Poi le sconfitte ci possono stare, le stagioni negative pure, ma perdere come ha perso ieri il Real sembra irriverente.

Leave a Reply

Skip to toolbar