Kessie e Bakayoko al termine della partita tra Milan e Lazio si sono recati sotto la curva milanista per mostrare la maglia di Acerbi come fosse una preda sanguinante da dare in pasto ad un pubblico pagante che in parte ha applaudito.
L’ignoranza nel calcio c’é sempre stata come in ogni sport e non serve ricordarci che alcuni dei protagonisti ne hanno in dose eccessiva.
L’immagine che ne é uscita colpisce al cuore il Milan, la loro stessa società che tutti i mesi paga loro lo stipendio.
Vincere é da campioni, vincere umiliando l’avversario é da prestigiatori ignoranti che non hanno nulla a che fare con lo sport.
Immagini brutte, ma tanto brutte, delle quali il nostro calcio potrebbe fare a meno anche a partire da oggi stesso.
Lo sport é bello anche quando si perde perché le sconfitte aiutano a costruire le vittorie future e ci rendono uomini.
Non é stato il caso dei due giocatori del Milan che hanno bisogno ancora di crescere e non avranno forse mai l’occasione di godere del privilegio di diventare uomini veri.
Ora arriveranno le scuse della società, la multa, la forzatura da ufficio stampa dove chiederanno scusa, ma loro resteranno sempre piccoli, piccoli, piccoli uomini.

Leave a Reply

Skip to toolbar