Il primo ministro neozelandese si é presentata in parlamento per riferire sui fatti dei drammatici eventi di Christchurch della scorsa settimana.
“He will when I speak, be nameless”. Senza nome.
All’inizio del suo discorso ha precisato che l’autore del massacro sarà menzionato come “senzanome”.
Questo per negargli quella notorietà e quella visibilità di cui si alimenta sempre.
Una presa di posizione importante, un passaggio dovuto in un mondo fatto di visibilità, di likes e di condivisioni socials.
Un modo intelligente per togliere a coloro che si cibano di notorietà, la loro fonte di sussistenza.
Un pazzo che mette in atto un massacro del genere vuole soprattutto la notorietà e per quanto catturato, la notorietà, la fama sarà la sua gloria infinita.
Smettere di identificarlo per nome é un’ottima presa di posizione.
La traduzione, non ti nomino per non darti alcuna notorietà ulteriore perché sei una persona che vale meno di niente.
Un esempio da seguire.

Leave a Reply

Skip to toolbar