Register
A password will be e-mailed to you.

Non permettiamo a nessuno di abbassare il livello a tal punto di arrivare a minacciare o insultare qualcuno.
Per quanto in accordo o in disaccordo con le scelte politiche del presidente Mattarella, non é ammissibile giudicare il suo operato politico mischiandolo con la sua vita privata, con la sua famiglia.
Merita rispetto come chiunque altro.
Dobbiamo imparare che solo il rispetto verso gli altri ci permette di guadagnare il rispetto dagli altri.
Non permettiamo di abbassare i toni, non permettiamo a nessuno di sfruttare l’ignoranza per essere autorizzati ad insultare le persone e tanto meno a minacciarle.
Il presidente Mattarella ha fatto scelte politiche che non hanno nulla a che vedere con la sua vita privata e la sua persona, non mischiamo le due cose e non permettiamo a nessuno di mancargli di rispetto nei modi e nei termini che ho sentito nelle ultime ore.
Possiamo non essere in linea con il suo modo di interpretare la politica e questo é comprensibile, ma tutto si ferma lì.
Un uomo solo, senza nemmeno il supporto diretto di un partito, ha fatto una scelta.
Non essere d’accordo é un nostro diritto, ma passare agli insulti e alle minacce mi fa vergognare di essere tra quella fetta di italiani che vorrebbe vedere cambiare l’Italia.
Non abbassiamo il livello a tal punto da mascherare la nostra ignoranza dietro a gesti o parole siano esser scritte o urlate in una piazza, che possano anche solo minimamente offendere in maniera diretta il presidente della Repbblica.
Perché questo non é cambiamento, questa é ignoranza, mancanza di rispetto e necessità di celare le nostre incapacità dietro a comportamenti inaccettabili.
Le minacce e gli insulti sono cibo per gli stolti e gli stolti non possono e non devono essere il cambiamento.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar