1527 feriti. Tre considerati in condizioni gravi tra cui un bimbo di 7 anni che ha subito un trauma cranico e un trauma toracico ed é in rianimazione. Centinaia in stato di shock. Sembra l’esito dell’ennesimo attentato, invece é il risultato del gesto ignorante di qualche imbecille che ha deciso di far scoppiare un petardo potentissimo in piazza San Carlo a Torino mentre 30 mila persone assistevano alla partita tra Juventus e Real Madrid per la finale di Champions.
Purtroppo in molti, visto i tempi in cui viviamo lo hanno scambiato per lo stesso frastuono provocato da una bomba e si sono messi a gridarlo seminando il terrore e provocando la disperazione di tutti.
La gente ha cominciato a scappare e in molti sono rimasti calpestati. Un paio di transenne hanno ceduto e meno male altrimenti in molti sarebbero rimasti schiacciati contro.
Abbiamo solo due considerazioni. La prima, che con tutte le telecamere puntate sulla piazza si possa individuare gli imbecilli ignoranti che hanno lanciato il petardo e punirli in maniera esemplare.
La seconda, che quando si organizzano riunioni di massa come questa, sia per concerti che eventi sportivi o politici, sarebbe meglio considerare sistemi di sicurezza importanti. Dove c’é la folla non possono essere autorizzati petardi o fumogeni di nessun genere.
Perché il tifo ignorante sta facendo scappare le famiglie dagli stadi, in pochi porterebbero i propri figli ad assistere ad un evento sportivo che non é proprio un ambiente da popcorn e coca cola. Ora le famiglie la cacciamo anche dalle piazze perché il tifo ignorante non é in grado di contenerlo nessuno?
Inammissibile. E’ successo a Torino come sappiamo potrebbe succedere a Roma o Milano. Prendiamo provvedimenti da subito per evitare enormi dispiaceri in futuro.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar