Da ieri sera le indagini sono bloccate, o almeno questo é quanto sembra. Perché in realtà non lo sono. La polizia inglese ha effettuato ben 7 arresti nella notte a carico di esponenti considerati in contatto con l’attentatore che ieri ha seminato il panico a Londra.
La nuova fase dell’investigazione moderna si é liberata una volta per tutte dell’informazione. Ha capito che la stampa può avere le informazioni solo ad indagini terminate e che tutto il resto nel mezzo deve restare estremamente riservato.
Mai prima d’ora si erano riuscite ad avere così poche informazioni in merito allo svolgimento di indagini a seguito di un atto terroristico.
Così alle prime ore del giorno dopo ore di blackout, Scotland Yard fa sapere che 7 persone sono state arrestate nella notte e la maggior parte si trovavano nella zona di Birmingham.
Ora cominiciano gli interrogatori e nuove indagini a scovare ulteriori nuovi collegamenti ma di certo per la prima volta la stampa viene fatta fuori.
E’ forse iniziata una nuova era dell’informazione? O forse l’informazione si era spinta troppo oltre contaminando spesso persino le indagini in corso?
Il Parlamento britannico oggi alle 10 (ora di Londra) rispetterà un minuto di silenzio in onore delle vittime di ieri.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar