Lei insieme al mestiere che fa per vivere é diventata famosa in tutto il mondo. Il capitano dell’aeronautica afgana Niloofar Rahmani dice di essere troppo spaventata dal pensiero di dover tornare nel suo Paese e ha richiesto ieri asilo politico agli Stati Uniti.


Niloofar é diventata un simbolo potentissimo di cosa le donne nel suo Paese potessero fare nell’era post-talebani.
Ma questo le é costato in prima persona per la sua personale carriera; ha ricevuto e riceve costantemente minacce da uomini che non la vedono proprio come lei che piano piano l’hanno relegata ad una posizione di second’ordine.

Oggi, dopo 3 anni che é diventata pilota, la 25enne afgana spera di poter riprendere una nuova vita negli Stati Uniti, dove ha appena richiesto asilo, confermando che la sua vita sarebbe messa in serio pericolo se dovesse rientrare nel suo Paese.
Il capitano Rahmani si era recato negli Stati Uniti nell’estate del 2015 per un corso di addestramento sui C-130 in dotazione all’aeronautica americana.
Il corso é terminato 2 giorni fa e come da programma la donna avrebbe dovuto rientrare al suo Paese proprio oggi.
Ha deciso invece di salvarsi la vita probabilmente.

 

About The Author

Profile photo of Maddalena Visconti

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar