Robert Roy Farmer, 26 anni, é stato condannato a 16 anni di prigione per aver ucciso almeno 21 gatti, alcuni randagi e alcuni domestici. Per quelli domestici li attirava per poi rubarli, seviziarli, abusarne anche sessualmente e ucciderli.
Farmer si é dichiarato colpevole su diversi capi di accusa tra cui la crudeltà sugli animali e azioni sotto effetto di stupefacenti.
Dapprima un giornale di San Jose raccontava di misteriose scomparse di gatti nel 2015, soprattutto concentrati nel quartiere di Cambian Park.
Poi il ritrovamento di alcuni cadaveri e poi lo stesso Farmer trovato una mattina mentre dormiva nella sua auto in un parcheggio con evidenti tracce dei crimini commessi.
Ora Farmer si é preso 16 anni di detenzione che se a molti sono parsi esagerati a tutti noi raccontano invece di una giustizia che ha seguito la sua strada.
Poi l’arma dell’essere sotto effetto di stupefacenti o psicologicamente instabile la stanno usando nel 90% dei casi, dunque si sta esaurendo il suo effetto.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar