Una donna francese sulla sessantina che uccise suo marito nel 2012 é stata rilasciata dopo che é intervenuto in prima persona il Presidente Francois Hollande.
La storia di Jacqueline Sauvage ha fatto il giro del mondo. E’ diventata un’icona vera e propria e mezzo mondo gridava allo scandalo e chiedeva il suo rilascio.


Il Presidente Hollande aveva ottenuto un perdono parziale a gennaio 2016 ma per ben 2 volte la corte gli aveva negato il rilascio della donna.
Sino ad oggi che Jacqueline ha potuto lasciare il carcere per tornarsene a casa.
Oggi la donna ha 68 anni e quelli che seguono sono i segni della sua terribile esistenza.
– Ha sofferto 47 anni di abusi e violenze per mano del marito Norbert finendo 4 volte all’ospedale.
– Suo figlio subiva violenti abusi e due delle sue 3 figlie erano state anche violentate diverse volte da quel mostro di marito.
– il 9 settembre 2012 il figlio si impicca
– il 10 settembre 2012 Sauvage spara 3 colpi nella schiena del marito.
– Ottobre 2014, Sauvage viene condannata a 10 anni di prigione per l’omicidio del marito.
– Gennaio 2016, il Presidente Hollande incontra le 3 figlie di Jacqueline.
– 28 Dicembre 2016, la donna lascia il carcere.

Nonostante si sia reso necessario l’intervento del Presidente, la Francia ha dimostrato un gran senso di rispetto verso questa donna e probabilmente ha dato una dimostrazione di giustizia e civiltà che andrebbe presa ad esempio e copiata.
La legge può adeguarsi alle situazione. Al giorno d’oggi la legge dovrebbe essere adeguata alle situazioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar