La Florida se n’é andata a dormire piena di lividi e contusioni come mai prima d’ora.
La speranza per il Governatore Rick Scott é che non vi siano altre vittime, ma é troppo presto per saperlo.
La sola cosa che si conosce per certa é che i testimoni hanno assistito ad un evento naturale che aveva tutta l’aria di essere qualcosa al di sopra di quello che noi esseri umani possiamo conoscere e comprendere.
Nella Florida del sud, a Miami, Naples, sino alle Keys si respira l’aria della devastazione.
Già ieri coloro che hanno deciso di non farsi intimorire da Irma e sono rimasti nella loro abitazioni invece di fuggire dallo stato, si sono riversati sulle strade e hanno cominciato la dura opera di pulizia e ricostruzione.
Partendo proprio dalle strade che devono permettere l’approvvigionamento dei beni di primissima necessità. Per poi spostarsi alle proprie case che in alcuni casi sono ridotte ad un ammasso di legno e detriti.
La Florida si rialzerà come ha sempre fatto dopo un uragano, per quanto Irma é stato il più duro e potente di sempre.
Bisogna ripulire e ricostruire le Keys e da quanto si vede l’opera é cominciata 5 minuti dopo che Irma si era spostato verso nord.
Key West é ancora isolata ma raggiungibile in volo. Nella contea di Monroe ci sono due ponti da controllare e da liberare. Alcuni messaggi di residenti parlano di strade ostruite da imbarcazioni che si trovano proprio nel mezzo. A tutti gli effetti, come nel peggiore dei film di fantasia.

 

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar