Da quando il senatore repubblicano Marco Rubio ha twittato la notizia della morte di almeno 80 bambini all’ospedale dell’univarsità di Maracaibo, a causa del più grave blackout della storia, allora la notizia ha cominciato ad interessare molto di più la stampa internazionale.
Al di là di quello che può pensare e dire Maduro, in Venezuela la situazione é drammatica e prossima alla tragedia umanitaria.
Oggi scuole e uffici resteranno chiusi a circa 80 ore dall’inizio della situazione di emergenza.
Gli stati senza energia elettrica sono 16 mentre altri 6 stati hanno energia a tempi alterni e molto limitata.
Il paese é in ginocchio e sta subendo danni commerciali enormi.
Ma questo passa in secondo piano sino a che si parla di bambini che stanno morendo negli ospedali proprio per la mancanza di corrente.
Nel 2019, in qualsiasi posto nel mondo, questo dovrebbe essere inaccettabile.
La linea di Maduro non ha aiutato il paese in passato e tanto meno lo aiuterà in questa situazione se non decide di accettare l’aiuto che gli viene offerto in queste ore.
Sta diventando tutto insostenibile, l’approvvigionamento dei beni di prima necessità sta portando la popolazione al collasso.
Serve un intervento umanitario immediato e serve una linea diretta di dialogo con Maduro e la sua amministrazione, perché come precisato dall’opposizione, si tratta di dichiarare lo stato di emergenza subito e senza perdere ulteriore tempo.

Leave a Reply

Skip to toolbar