Register
A password will be e-mailed to you.

Ormai i collegamenti tra esponenti del ISIS e l’Italia cominciano ad essere tanti, forse anche troppi.
E’ vero nessun attentato é avvenuto sul suolo italiano, ma quanti contatti, quante cellule dormienti e quanti collaboratori nascosti sono stati trovati in tutta Italia…
Un mandato di cattura é stato emesso dal Gip di Roma Costantino De Robbio per 5 stranieri che erano in contatto con l’attentatore di Berlino, Anis Amri.
I cinque sono un palestinese di nome Abdel Salem Napulsi, già a Rebibbia, e quattro tunisini residenti tra Napoli e Caserta.
Tutto é stato evidenziato dalle analisi dei tabulati telefonici del terrorista che ha colpito a Berlino ed é raccapricciante che ci sia voluto tanto tempo per giungere a questa situazione.
Amri, come molti ricorderanno fu poi ucciso a Sesto San Giovanni da due poliziotti mentre era in fuga, ma era dicembre 2016, non é possibile averci messo tanto.
Video di propaganda islamista, addestramenti online, commercio di armi, tutto questo ci passa sotto il naso senza che ce ne rendiamo conto.
Il terrorismo non é mai stato tanto vicino all’Italia come in questi ultimi mesi, inutile negarlo.
Inutile fare allarmismo, ma altrettanto inutile nascondere l’evidenza.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar