Ora non facciamo finta di esserne sorpresi. Che la carta stampata sia al collasso e se non fosse per i contributi governativi sarebbe deceduta da almeno 5 anni, non fa più notizia.
Ormai tutti noi leggiamo le news dal nostro telefonino, dal nostro tablet o dal nostro PC. E’ più comodo, veloce ed in tempo reale, rispetto ad una carta stampata che non potrà mai più colmare questo abisso tra i due modelli.
Così succede all’estero, dove testate come in glorioso New York Times registra un aumento di ricavi enorme proprio grazie al digitale.
In definitiva il periodo fiscale é stato chiuso ancora in rosso, mentre l’aumento degli abbonamenti digitali ha contribuito a rendere quel segno negativo molto meno negativo.
Ora la valutazione che si fa da anni é che il costo gestionale di una redazione come il NYT é immenso e se una volta veniva coperto dagli ingressi pubblicitari e dalle vendite (perché non vi era altro mezzo della carta stampata), ora é totalmente ingiustificato e tutto questo spinge a nuove soluzioni che non dobbiamo inventare ma che si trovano nella nostra vita da anni ormai, come appunto il digitale.
Ormai il digitale é la nostra quotidianità, lasciando perdere i grandi editori che hanno contratti da centinaia di milioni di euro con i principali stampatori, in Italia e all’estero, per il resto in questo momento investire ed insistere sulla carta stampata é la soluzione più stupida che si possa prendere, se non fosse che basta collegarsi ad un partito per prendere fondi governativi. Ma questo non é giornalismo ma politica.
Lo si fa, perché gli stampatori sono colossi che acquisiscono persino parte dei gruppi editoriali. Ma questo non deve giustificare questo tipo di investimento.
Per questi motivi al NYT ed in molte altre testate, gli investimenti sul digitale produrranno solo ricavi se ben gestiti e saranno grandi ricavi.
Chiunque non comprende la situazione non é che non la vuole vedere é solo che i suoi soci gli hanno legato le mani.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar