Dopo oltre 30 anni di divieto di pesca alle balene, il Giappone già la scorsa settimana aveva dichiarato che il divieto sarebbe stato cancellato con effetto immediato.
Gli effetti si sono visti e solo durante il viaggio inaugurale sono state uccise due balene, riportate al porto dove sono state sezionate e rivendute.
Il Giappone sta provando a rimettere in piedi un settore della pesca che sta per morire e lo dimostrano i numeri. Ma se nessuno dovesse intervenire il rischio é enorme per questa specie.
Certo é che la differenza e la spinta commerciale vengono imposte da una domanda sempre più forte proveniente dal mercato della ristorazione.
Ciò nonostante basterebbe poco per tagliare questa domanda e ridurre al minimo la richiesta. Questo provocherebbe un disavanzo tra costi e guadagni che non giustificherebbe più la pesca alle balene.
Rimane un dubbio. Se questa fosse la stessa storia della plastica? Per intenderci, tutti diciamo che dobbiamo farne a meno e ridurne l’utilizzo quasi eliminandolo completamente, ma alla fine continuiamo a comprare cibi o bevande avvolte nella plastica.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar