Register
A password will be e-mailed to you.

Uno dei soccorritori che stanno cercando di liberare i 12 ragazzi intrappolati nella grotta di Tham Luang in Thailandia é morto nella notte, proprio per carenza di ossigeno.
Hanno provato in ogni modo a riportarlo al punto di partenza e farlo rianimare, ma non c’é stato nulla da fare, ormai hanno potuto solo dichiarare il decesso.
Proprio la carenza di ossigeno sta diventando la preoccupazione peggiore per la sopravvivenza dei ragazzi e del loro allenatore.
Sta cominciando a scarseggiare e i ragazzi non sono pronti per immergersi e tronare verso l’uscita.
Non solo, se aggiungiamo che le previsioni meteo danno per certo l’arrivo di forti piogge, allora capiamo bene come la situazione sia estremamente drammatica.
Gli esperti che hanno raggiunto i ragazzi hanno detto che ci vogliono 11 ore tra andare e tornare dal punto di ingresso della grotta di Tham Luang.
La parte più difficile é l’ultimo chilometro che raccontano ci vogliano almeno 3 ore per raggiungere i ragazzi.
Sta diventando una lotta contro il tempo. Le piogge sono previste abbondanti per il weekend ma cercare di tirar fuori prima i ragazzi é molto pericoloso e gli esperti lo vedono come una pazzia.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar