Un pedofilo, un pervertito, un mostro con gli abiti religiosi e con la strafottenza di un dio dimenticato da molti e soprattutto dai giovani, come é giusto che sia.
Se la Chiesa ha deciso di continuare a nascondere, noi per primi abbiamo invece deciso di diventarne i peggiori nemici.
Per i nostri figli, per un mondo migliore, per la libertà di un mondo in cui i preti pedofili devono essere duramente condannati.
Il cardinale Pell ha abusato di due ragazzini, ma il sospetto é che abbia abusato di un numero ben più grande, per un lungo tempo, presso la St. Patrick’s Cathedral, a Melbourne negli anni 90.
Ci si aspetta un comunicato ufficiale della Chiesa a breve, una dichiarazione in cui promette chiarezza sia in merito al cardinale pedofilo che in merito ad altre centinaia di preti in giro per il mondo che hanno il vizietto di abusare dei bambini e nessuno li sta fermando.
Ci si aspetta un comunicato, in caso contrario tutta la stampa mondiale sarà pronta a cominciare un’opera di investigazione decisa e forte nei confronti di questo movimento religioso che in questi momenti, se non lo avessero capito, ha tanto l’aspetto di una setta.
Sarebbe meglio mettere da parte l’arroganza, provare a spiegare, a prendere le distanze, a combattere i pedofili e cercare scusandosi, di riavvicinarsi alla gente.
Perchè in questo modo, spingono noi genitori a tenere ben lontani i nostri figli dalle “LORO” Chiese.
Indipendentemente dal fatto che si possa credere nello stesso dio, le persone che si trovano nel mezzo e dovrebbero trasmettere il suo messaggio non sono più credibili.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar