Register
A password will be e-mailed to you.

Perché alla fine di strapotere si parla. La capacità di un pilota di andare oltre i propri limiti, questo lo sanno fare solo i più grandi.
Dunque mettiamo da parte la nostra innata invidia per la Mercedes e le sue vittorie, accantoniamo anche qualche speranza per un successo iridato delle rosse di Maranello e per una volta alziamo il cappello in segno di riconoscimento.
Siamo di fronte ad uno dei maggiori talenti automobilistici che la F1 abbia mai prodotto in tutta la sua storia.
Lewis Hamilton fa la differenza. Guida una macchina straordinaria, ma non tutti otterrebbero gli stessi risultati con la stessa Mercedes.
Sa interpretare le gare come nessun altro, sa essere emotivo e freddo quando serve, nel momento giusto sa persino essere sportivamente arrogante.
Un campione assoluto oscurato da una sua capacità di oscurare tutto e tutti.
Alla fine se lui decide al sabato si prende la pole. Se lui decide la domenica in gara si prende il primo posto. Difficile stargli dietro per tutti gli altri “umani” che gareggiano con lui.
Sa mettere a punto le macchine, sa guidarle al limite e sa che talvolta quel limite va superato per fare la differenza.
Ora non é più solo una questione di differenza, adesso é la storia a prendersi cura di lui, mettendolo tra i migliori di sempre.
Ieri ha vinto anche il GP di Singapore e quando lui decide di farlo, é quasi impossibile per gli altri dargli del filo da torcere.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar