Perché poi alla fine tutto ritorna sotto l’aspetto economico con cui era cominciato.
Pep Guardiola uno dei migliori allenatori di calcio al mondo ed uno dei più pagati di sempre in estate aveva programmato una campagna acquisti impressionante per il suo Manchester City che gli avrebbe dovuto permettere un campionato di primo piano ed una Champions da semifinale almeno.
Niente di più errato.
Le squadre di calcio sono ormai delle società quotate in borsa; ancor prima di ogni altra considerazione bisogna pensare che gli azionisti pretendono risultati.
Naturale che il concetto si scosti di molto dalla passione per uno sport e dall’amore per il calcio.
Ma in questo lasciatemelo dire, non vi é alcuna colpa di Guardiola.
Semplicemente lo sport a volte si prende il suo spazio, con irriverenza, senza chiedere i permesso a nessuno.
Perché questo é il bello dello sport, nel nome del Leicester, nel nome del Monaco. La passione ed il sacrificio, unite alla competenza ed alla professionalità, che nello sport ti lasciano ancora lo spazio che meriti, altrimenti cosa racconteremmo ai nostri figli?
Dunque no, non é fallito il sistema Guardiola, non é cambiato nulla, il calcio ieri sera si é solo preso una sua personalissima rivincita.

About The Author

Profile photo of Paolo Rizzi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar