Register
A password will be e-mailed to you.

Le elezioni amministrative 2018 stanno regalando i primi verdetti.
Con alcune conferme di una Lega in costante crescita a livello nazionale e non più solo al Nord, che da sola traina un centrodestra che senza di lei sarebbe in alcuni casi inesistente.
Un PD da cui, come partito principale di opposizione ci si aspetterebbe molto di più, invece sta perdendo anche alcune delle sue roccaforti storiche.
Un Movimento 5 Stelle che continua a raccogliere consensi in tutta Italia spingendosi al ballottaggio in alcuni casi ma lasciando d
Una situazione politica che conferma il desiderio degli italiani, a voler cambiare.
Casi rilevanti quelli di Emilio Del Bono che spopola a Brescia, una città spesso discontinua con la linea di tendenza di un nord lavoratore ed imprenditoriale. Una Brescia che ha fatto la scelta più coraggiosa, il vecchio ben noto invece di un presente di cambiamento.
Ancona anch’essa nelle mani della sindaca uscente PD, Valeria Mancinelli, per quanto manichi ancora qualche ora al termine dello spoglio.
Scajola, esatto l’ex ministro, presentatosi in una lista civica di centrodestra é in testa ad Imperia che probabilmente andrà al ballottaggio con Luca Lanteri sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia.
A Terni in vantaggio il centrosinistra e questa é una novità assoluta, con Leonardo Latini.
Stessa sorte per Viterbo, dove dopo 5 anni di centrosinistra il PD non arriverà nemmeno al ballottaggio.
Fa notizia la città di Gianroberto Casaleggio, Ivrea, che resta fuori così come Orbassano persino dai ballottaggi per il M5S.
In Sicilia cresce il centro destra e lo fa con decisione, sulla scia di un governo del cambiamento trainato dal Ministro Salvini.
Da notare, Vittorio Sgarbi é stato eletto sindaco di Sutri (Viterbo). Con la lista Rinascimento Sgarbi ha ottenuto quasi il 60%.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar