George Michael é morto a causa di un arresto cardiaco all’età di 53 anni. La polizia é stata chiamata per un’urgenza nella notte di domenica poco prima delle 2, ma una volta giunta sul posto ha potuto solo confermarne il decesso senza poter provare nemmeno un intervento di rianimazione.
La polizia ha chiarito subito la situazione definendo la morte inattesa ma non sospetta.


George Michael ha scritto una buona fetta di storia della musica, sin dai suoi inizi con il duo degli Wham, ma anche e soprattutto dopo affrontando la carriera di solista uscendo con un album intitolato Faith che ha venduto più di 10 milioni di copie.
Cifre assurde per gli anni in cui ancora non si conosceva internet.
Così tra successi mondiali come “Wake me up before you go-go” o “Careless whisper” ottenuti con il compagno Wham Andrew Ridgeley, sino a quelli da solista, Michael ha sempre dimostrato la sua capacità a sapersi adeguare ai cambiamenti della musica, adeguando il suo stile, la sua immagine e persino la realizzazione dei suoi video.

Se n’é andato uno degli artisti più talentuosi che la musica possa ricordare di aver mai avuto.
Il personaggio, la persona George Michael non spetta a noi giudicarla e non interessa in questo contesto elencare eventuali passi falsi fatti dal cantante nella gestione della sua vita privata e tanto meno parlare oggi della sua sessualità.
E’ morto un artista straordinario del quale sentiremo la mancanza da un punto di vista professionale, il resto sono solo parole che devono riempire gli articoli da 300 o 600 parole che i giornalisti usano come listino prezzi per le News online per giustificare il loro stipendio.

 

About The Author

Profile photo of Martina Pellizzari

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar