Si ricollega tutto a possibili conflitti di interessi. Donald Trump Jr e Eric Trump non sono più i direttori di una associazione senza fini di lucro che all’apparenza pubblicizzava incontri con il nuovo Presidente degli Stati Uniti in cambio di una donazione da 1 milione di dollari.


L’organizzazione ha deciso di passare a votazione in merito al loro allontanamento dagli organi dirigenziali dopo che il sito di informazione TMZ aveva pubblicato indiscrezioni su un possibile giorno dell’inaugurazione che riportava la data del 21 Gennaio 2017, il giorno dopo l’insediamento del padre alla Casa Bianca.
Ora la famiglia Trump prende le distanze dall’iniziativa, elenca donazioni di amici e conoscenti da 500 mila dollari o da un milione di dollari per scopi benefici, come a voler togliere l’attenzione da questa notizia.
Il presidente della nonprofit dice che i figli di Trump non erano coinvolti nell’associazione, sebbene i loro nomi comparissero tra quelli dirigenziali.
Un bel problema il conflitto di interessi, soprattutto se é difficile dimostrare il contrario come nel caso di Trump.
I suoi investimenti si sviluppano in tutti i settori dove vi siano soldi e business, ma questo é quello che fa un uomo d’affari, dunque non possiamo giudicarlo per questo.
Togliere le mani da tutto questo é impossibile e dimostrare che i figli o la moglie o chiunque altro di famiglia non ne siano coinvolti per motivi di guadagno é un’opera impossibile, oltre che insensata.
Poi non dimentichiamo che gli americani erano a conoscenza di questo e lo hanno comunque votato.
Dunque bisogna dimostrare il rispetto che merita verso il nuovo Presidente degli Stati Uniti e lasciare che il suo business possa continuare a far parte della sua vita.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar