Siamo abituati ai divi nati che negli ultimi anni hanno solcato i campi di calcio. Siamo abituati alle celebrità del pallone, alle veline e alle supermodels.
Siamo abituati ad un calcio effimero fatti di tanto glamour e poca sostanza.
Lasciando perdere una manata di nomi in tutto il mondo il resto é soprattutto una questione di immagine.
Ancor prima del talento, della qualità, al di sopra di ogni sport, l’immagine ha primeggiato nel calcio danneggiando spesso persino i più talentuosi.
Per questo oggi ci godiamo un calciatore d’altri tempi, che posta sui socials immagini di famiglia, della mamma e degli amici.
Un ragazzo semplice, con un talento come da anni non se ne vedevano, che ha potenzialità viste pochissime volte nel calcio e soprattutto nel calcio moderno.
A vedere giocare Paulo Dybala oggi sembra che il suo limite di miglioramento sia l’infinito.
Non sappiamo se un giorno sarà il giocatore più forte al mondo e poco ci interessa questa sfida con Messi o Ronaldo. Ci piace la faccia pulita, il vivere semplice, il restare con i piedi per terra.
Un piacere vederlo giocare, un enorme piacere vedere un giocatore di un’epoca diversa, come uscito da un film in bianco e nero di 50 anni fa. Un Sivori dei nostri tempi? No, probabilmente meglio, molto meglio.
Perché non si possono paragonare giocatori di vecchia data senza vederli giocare nel calcio moderno, così come non possiamo prendere quelli di adesso e paragonarli al calcio di Maradona o Pelé.
Il calcio é cambiato e tanto, ma le emozioni che ci lasciano i grandi campioni restano per sempre.
Dybala é uno di loro, un eletto che forse non sa nemmeno di esserlo e fatica a rendersi conto che é uno dei giocatori più forti al mondo in questo momento.
Se questo é solo l’inizio…

About The Author

Profile photo of Paolo Rizzi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar