Due primi posti in una settimana, il Dovi nazionale ci ha preso gusto. Subito dopo il Mugello ha replicato per un pubblico pagante abbagliato da questa Ducati e dal talento indiscusso del centauro italiano.
Così la Ducati sbanca anche il Montmelò, precede le Honda di Marquez e Pedrosa, oltre a portare il suo pilota a soli 7 punti da Viñales, leader del mondiale.
Ma non é la sola nota positiva per la Ducati perché piazza anche Lorenzo al quarto posto.
Il team italiano ha preparato una moto che insieme ad una tattica di gara ed una guida perfette, si é meritatamente aggiudicata l’ennesimo GP.
Da dimenticare la gara delle Yamaha che continuano a vivere una fase di stagione a corrente alterna dove non riescono ad avere punti di riferimento precisi che rendono ancora più difficile lavorare in previsione dei nuovi appuntamenti.
Ma alla fine é un mondiale più che mai aperto e combattuto. Non c’é un solo protagonista ma ce ne sono tanti e questo lo rende affascinante come non accadeva da anni.
Ma adesso più che mai il colore dominante nel mondiale é il rosso vivo della Ducati.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar