Il giorno dopo é sempre il più difficile, soprattutto dopo un incidente dalle proporzioni di quello di Addis Abeba in cui hanno perso la vita tutte le 157 persone a bordo di quel Boeing 737 Max.
Soprattutto quando l’incidente capita a soli 5 mesi dal volo Lion Air caduto in Indonesia.
Così, come forma di precauzione, almeno sino a che saranno state individuate le reali cause che hanno portato all’incidente, La Cina e l’Etiopia vietano ai 737 Max di alzarsi in volo.
Per ora si tratta di una situazione temporanea, almeno di 9 ore in cui saranno esaminati i primi dati recuperati dagli investigatori sul posto, ma é anche un segnale forte per spingere a verificare in fretta cosa sta accadendo a questi velivoli.
Il velivolo caduto, di proprietà della Ethiopian Airlines aveva poche ore, era stato acquistato a ottobre 2018 e messo a volare il mese successivo.
I piloti che lo hanno pilotato in precedenza non parlano di anomalie, ma tutti coloro che utilizzano il Boeing 737 Max in diverse compagnie parlano invece di un problema con il software installato.
Per questo sono in corso verifiche e soprattutto si attendono conferme prima di rischiare altre vite.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar