Lo aveva annunciato in campagna elettorale e probabilmente é stato uno dei suoi punti di forza, una delle promesse più attese. Donald Trump conferma che il muro tra Stati Uniti e Messico si farà e che sarà proprio il Messico a pagarlo.
A dire tutto fino in fondo, al momento il Messico é talmente indebitato che non ha nessuna intenzione di pagare un muro che non serve ai messicani. Ma in futuro, stando a quanto dice Trump il muro verrà ripagato. Probabilmente ci vorranno decenni, ma lo dovranno ripagare.
Ma non é tutto, da subito vuole che si intervenga sul piano di inserimento dei rifugiati in America, limitandone enormemente il numero e controllando approfonditamente coloro che saranno accettati.
Inoltre, ma aspettiamoci molto altro, un divieto di ingresso negli Stati Uniti per coloro che provengono da Paesi che in qualche modo fiancheggiano o ospitano oppure semplicemente non hanno risolto i loro problemi con le cellule terroristiche.
Ben 7 Paesi sono già sulla lista nera di Trump e altri si aggiungeranno a breve,
Non é ancora terminata la prima settimana da quando Donal Trump é diventato Presidente degli Stati Uniti e sembra essere arrivato un uragano a Washington.
Prepariamoci ad una politica americana che non ci farà certo annoiare nei prossimi 4 anni.
Una domanda ci viene spontanea: “se domani decidessimo di costruire centri di accoglienza per i profughi dando lavoro a migliaia di italiani, e mettessimo tutto in conto alla Comunità Europea, a tassi agevolati, pensate che ci metterebbero quanti giorni per sbatterci fuori dall’Europa?”

About The Author

Profile photo of Paolo Rizzi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar