Register
A password will be e-mailed to you.

Tutti e 34 i vescovi cileni che hanno partecipato ad un incontro con Papa Francesco questa settimana in merito alla situazione degli abusi sessuali sui minori nel loro paese che sono stati nascosti ed insabbiati, si sono dimessi.
Non si sa ancora se il Papa accetterà le dimissioni oppure no.
“Abbiamo messo le nostre posizioni nelle mani del Santo Padre e lasceremo a lui la libera decisione per ognuno di noi”, questa la dichiarazione fatta dai vescovi, che nello stesso comunicato chiedono scusa al Cile e alle vittime degli abusi, oltre che al Papa per lo scandalo.
Lo scandalo ha devastato ulteriormente la credibilità della Chiesa, già fortemente in dubbio in molti Paesi del Sud America.
Ma non solo, tutto é ricaduto anche su Papa Francesco che quest’anno ha difeso fortemente un vescovo accusato di aver insabbiato abusi, per poi ritrattare la sua posizione in seguito.
Il meeting di questa settimana ha fatto seguito ad un’investigazione del Vaticano attorno alle figure dei preti predatori che hanno abusato di moltissimi minori tra cui tanti bambini in Cile negli ultimi anni.
Il documento consegnato nelle mani dei vescovi prima delle loro dimissioni riportava accuse di insabbiamento di evidenze che avrebbero dovuto portare alla luce i fatti gravissimi degli abusi sessuali.
Se prima si pensava che circa il 7% dei preti nel mondo commettesse abusi, da oggi bisogna ricredersi pensando di raddoppiare quella percentuale soprattutto nei Paesi più poveri come il Cile.
Si dovrebbero esigere spiegazioni, é inaccettabile la presa di posizione della Chiesa e la mancanza di rispetto verso gli altri.
Hanno stancato, cerchiamo la verità e ci fermiamo solo quando abbiamo nomi e cognomi.
La situazione sta peggiorando e nonostante i possibili rimedi i casi aumentano invece di diminuire, nessuno in Vaticano sta affrontando la situazione con la giusta cattiveria.
I colpevoli pedofili depravati patentati vanno puniti, lasciando che la legge possa seguire il proprio corso, non ostacolandolo.
Troppo facile dimettersi in blocco e non dare spiegazioni al mondo intero.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar