La decisione arriva dall’appello per mano del quale Ignazio Marino, é stato condannato per le spese pazze con carta di credito del Comune. La condanna é di 2 anni.
Al tempo stesso é stato assolto dall’accusa di truffa.
Mentre i reati per i quali é stato condannato sono peculato e falso.
Soprattutto ci si riferisce a cene pagate a spese del Comune per un totale di 13 mila euro a cui avevano partecipato amici e parenti.
In primo grado era stato assolto mentre in appello é stato condannato.
Almeno la metà delle cene erano al di fuori degli ambiti istituzionali, almeno alla metà delle stesse partecipò anche la signora Marino.
L’ex sindaco é stato dunque condannato dalla Corte d’Appello di Roma anche al risarcimento dei danni nei confronti del Comune di Roma che si era costituito parte civile.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar