Register
A password will be e-mailed to you.

Inutile ridurre tutto al numero dei partecipanti, inutile elencare nei titoli i personaggi famosi che si sono inseriti in prima persona nella protesta.
La sola notizia importante é che l’America dei giovani é incredibilmente bella.
Piena di coraggio, di talento e di voglia di cambiare come non si vedeva dai tempi del Vietnam.
Sono scesi in piazza, in oltre 800 manifestazioni sparse per il Paese, in un evento unico chiamato “March for our Lives”.
Promosso dai ragazzi della Parkland School, dove il giorno di San Valentino uno pscicopatico con un’arma automatica ha ucciso 17 studenti, l’evento é diventato di portata internazionale.
A Washington la manifestazione più imponente.
Si parla di milioni di persone in tutti gli Stati Uniti che sono scesi in piazza per cambiare le cose, per chiedere di bandire le armi automatiche dalla libera vendita e di non lasciare il paese nelle mani delle lobbies delle armi.
Ma il momento più profondo è stato quando Emma Gonzales, sopravvissuta al massacro di Parkland, ha chiesto e ottenuto dalla folla di restare in silenzio per 6 minuti e 20 secondi: il tempo intercorso tra il primo e l’ultimo sparo nella Marjori Stoneman Douglas High School in Florida.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Skip to toolbar