Le vittime sono delle allieve minorenni tra cui una delle ragazze ha solo 12 anni. E’ successo in una palestra sul lago di Garda, in provincia di Brescia.
Carmelo Cipriano istruttore di karate, dalla personalità esaltata, ha spinto le minorenni ad atti sessuali anche di gruppo alle quali partecipavano almeno altri 3 indagati.
Poi non contento, filmava le riunioni a sfondo sessuale e nella sua abitazione é stato ritrovato parecchio materiale pedopornografico.
Ma la situazione diventa raccapricciante se si pensa che le indagini stanno ripercorrendo un periodo che si spinge sino addirittura al 2003.
Oggi almeno 6 delle ragazze molestate lo hanno denunciato con l’aiuto dei loro genitori; ragazze plagiate, manipolate da un maniaco pervertito quale é il signor Cipriano.
Altre ragazze stanno per uscire allo scoperto e riportano fatti accaduti diversi anni fa, rimasti all’oscuro solo per motivi di vergogna da parte delle dirette interessate ormai maggiorenni.
Una storia triste, di assoluta depravazione che ha rovinato per sempre l’adolescenza e la vita intera di numerose ragazze. Una storia dai risvolti psicologici pericolosi, che racconta di un uomo piccolo, molto piccolo, che per nascondere la sua depravazione diventa miserabile come tutti i piccoli (di animo) uomini.

About The Author

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Skip to toolbar